“Ho fatto una stupidaggine…”: Napoli, il rimpianto del Mondiale

Tutto il rimpianto dell’ex attaccante del Napoli riguardo il Mondiale mancato di parecchi anni fa: “Ho fatto una stupidaggine…”

Il Napoli e la Nazionale italiana non hanno mai avuto un rapporto buonissimo, come per fare un esempio, la Juventus e il Milan. Per tanti anni sono stati pochissimi i giocatori convocati, rispetto al blocco che c’è oggi e a quello di fine anni ’80 e inizio anni ’90. Ecco, uno dei giocatori nel giro delle convocazioni dell’Italia ai tempi di Maradona era Andrea Carnevale, professione attaccante.

Mondiale
Mondiale, il rimpianto dell’ex Napoli (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Carnevale fece parte della sfortunata spedizione italiana nel Mondiale casalingo del 1990. Veniva dalla vittoria dello scudetto con il Napoli e aveva, addirittura, conquistato il posto da titolare nell’undici schierato da Azeglio Vicini. Tuttavia, come raccontato dallo stesso ex calciatore oggi dirigente dell’Udinese, le cose non sono andate benissimo. A livello personale come di squadra.

Mondiale
Carnevale, il rimpianto Mondiale (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Napoli, il rammarico di Carnevale sul Mondiale di Italia ’90

Andrea Carnevale, ex attaccante, ha parlato ai microfoni del Corriere dello Sport: “Da quando ho sbagliato quel gol contro l’Austria è finito il mio Mondiale. Feci una stupidaggine, tirai addosso al portiere. Mi preparai bene, ma c’era tanta pressione. Poi entrò Schillaci, fece bene, e dopo uno screzio con Vicini sono finito in tribuna”. Poi prosegue: “All’epoca, i dirigenti della Juventus erano molto vicini alla Nazionale e il blocco juventino ha avuto la meglio, ma Baggio e Schillaci meritarono la maglia, fecero bene”.

Sono passati trentadue anni dal terzo posto a Italia ’90 degli azzurri, battuti dall’Argentina in semifinale al San Paolo dopo una brutta papera di Walter Zenga. Il pareggio di Caniggia e la prestazione gagliarda dell’Albiceleste resero successivamente impossibile la vittoria dell’Italia: il sogno si spense ai rigori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.