“C’è lui che…”: Francia, Deschamps strizza l’occhio a Zielinski

Didier Deschamps ha presentato in conferenza stampa Francia-Polonia e ha fatto riferimento anche a Piotr Zielinski, centrocampista del Napoli.

Domenica, domenica 04 dicembre, ci saranno ancora gli ottavi di finale dei Mondiali di Qatar 2022 e la Polonia di Piotr Zielinski si misurerà contro la temibile Francia di Kylian Mbappé. Una sfida dal grande valore per i polacchi, che hanno ottenuto la qualificazione soltanto all’ultima giornata dei gironi, tra l’altro perdendo per 2-0 il match contro l’Argentina.

Deschamps preoccupato
Deschamps su Zielinski verso Francia-Polonia (LaPresse)
ultimecalcionapoli

Schierati in campo in modo ultradifensivo, per stressa ammissione di Robert Lewandowski, i polacchi dovranno cambiare strategia. Niente più calcoli, come quelli fatti contro la formazione di Scaloni. Gli ottavi sono a eliminazione diretta e bisognerà mettere in campo il meglio di sé e darlo anche.

Sarà anche per questo che Didier Deschamps non sottovaluta l’avversario e anche non risparmia negli elogi proprio alla formazione diretta da Michniewicz.

Zielinski festeggia il gol all'Arabia Saudita
Le parole di Deschamps verso Francia-Polonia (LaPresse)
ultimecalcionapoli

Francia-Polonia, Deschamps: “Non solo Lewandowski, c’è anche Zielinski”

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia dell’incontro, l’allenatore della Francia si è espresso così su Lewandowski e i compagni: “Ovviamente l’attaccante del Barcellona è un calciatore che fa la differenza. Dovremo riuscire a limitarlo in zona gol, perché oltre alla sua intelligenza tattica e alle doti tecniche, è un calciatore che usa molto bene il suo corpo e anche il pallone più insignificante può diventare pericoloso quando contro c’è lui”.

Tuttavia, secondo Deschamps non bisogna limitarsi a prestare l’attenzione soltanto su un elemento. Tanti calciatori della Polonia sono validi e in tal senso fa riferimento anche a Piotr Zielinski, preso in grande considerazione dagli avversari incontrati fino a questo momento: “La Polonia è una squadra che difende molto bene. È vero che adora difendere, ma non si limiterà a fare questo. C’è lui che è forte e con esperienza internazionale ovvero Zielinski ma anche Szczesny, Glik, Grosicki. Non esisto solo Lewandowski”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.