“Delirio di onnipotenza”: Juve, attacco durissimo ad Agnelli

La Juve vive un momento molto delicato. In queste ore è arrivato un altro attacco durissimo ad Andrea Agnelli.

Giorni delicati in casa Juventus. I riflettori si sono accesi in maniera importante sulla squadra bianconera, con il club finito al centro di indagini che potrebbero portare – secondo diversi esperti – a dei provvedimenti durissimi. Certo, fino alla sentenza sarebbe scorretto provare a fare giustizia ideologica. Quello che è certo, però, è che ancora una volta la Juve si trova a dover fronteggiare ampie critiche. Da capire, poi, anche quelle che saranno le conseguenze psicologiche su quello che sarà il rendimento sul campo dei giocatori una vota che il campionato riprenderà dopo i Mondiali.

Andrea Agnelli pensieroso
“Delirio di onnipotenza”: Juve, attacco durissimo ad Agnelli (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Nel frattempo c’è già chi ha pagato. O meglio, chi ha deciso di fare un passo indietro. Tutto il CdA della Juventus, compreso il presidente Andrea Agnelli. Proprio su di lui, tra l’altro, penderebbe una spada di Damocle legata ad una gestione che pare avere diversi scheletri nell’armadio.

La dirigenza della Juve a bordocampo
“Delirio di onnipotenza”: Juve, attacco durissimo ad Agnelli (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Juve, che bordata ad Agnelli: attacco durissimo di Criscitiello

Insomma, la figura di Andrea Agnelli sarebbe predominante nei giudizi che si stanno spendendo in queste ore sull’operato dirigenziale della Juve. Tra questi c’è anche quello del direttore di ‘Sportitalia’ Michele Criscitiello, che nell’editoriale per ‘Tuttomercatoweb’ ha riservato un attacco durissimo all’ormai ex presidente della Juventus.

“Capitolo bilanci Juventus: da almeno due anni diciamo che il ciclo Agnelli sia finito”, ha spiegato Criscitiello. “Andate su google e troverete conferma a ciò che scriviamo. Ha sbagliato tutto ma gli va dato atto che ha fatto risorgere la Juventus dalla pessima gestione tecnica del cugino John”, ha ancora detto il giornalista. “Dopo, come spesso accade, è subentrato il delirio di onnipotenza – ha ancora proseguito Criscitiello –  e quel delirio frega tutti. Anche i migliori e i più potenti. Negli ultimi anni ha sbagliato quasi tutto”, l’accusa fatta nell’editoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.