Caos Juve, interviene il Governo: ora trema tutta la Serie A

Il Ministro dello Sport Abodi ha parlato di quanto avvenuto in Serie A a margine della presentazione del ‘Codice di giustizia sportiva’

Il caso Juventus è alla ribalta già da giorni. Quanto avvenuto nel club bianconero in merito ai bilanci è sotto la lente d’ingrandimento della giustizia sportiva e anche di quella ordinaria. Una vicenda che rigetta sul calcio un’ombra mancina. Il club bianconero ha deciso di azzerare i suoi vertici per vivere con maggiore serenità questo momento particolare.

Durante la presentazione del ‘Codice di giustizia sportiva’ della Figc, il Ministro dello Sport Andrea Abodi, in passato anche presidente della Lega di Serie B, ha commentato le ultime vicende che hanno coinvolto la società torinese.

Abodi ha parlato a margine della presentazione del nuovo codice di giustizia sportiva della Figc: "La Juventus probabilmente non resterà sola, è mancata l'equa competizione"
Abodi ha parlato a margine della presentazione del nuovo codice di giustizia sportiva della Figc: “La Juventus probabilmente non resterà sola, è mancata l’equa competizione” (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

‘Caso Juventus’ e Serie A, Abodi: “Probabilmente i bianconeri non resteranno soli. Il principio dell’equa competizione è venuto meno”

Il Ministro dello Sport Andrea Abodi ha parlato a margine della presentazione del ‘Codice di giustizia sportiva della Figc’. “La Juventus probabilmente non resterà sola in questa vicenda. Questo ci permetterà di fare pulizia. Dobbiamo sapere presto cosa sia successo e che vengano assunte decisioni per restituire credibilità al sistema, nel principio dell’equa competizione. Come è evidente, negli ultimi anni questo non è avvenuto”, ha concluso Abodi.

Ancora una volta il calcio termina al centro di vicende che poco hanno a che vedere con i risultati sportivi. Nel corso degli anni, in Italia, sono stati diversi i casi che hanno sconvolto il mondo del calcio con le vicende legate al ‘Totonero’ degli anni Ottanta e a ‘Calciopoli’ segnalati come i casi più rilevanti emersi.