Napoli, frecciata alla Serie A: Kvaratskhelia sfida tutti

Una frecciata a tutti gli avversari della Serie A (e non solo) che proveranno a studiarlo nelle prossime settimane. Le parole di Kvaratskhelia lasciano il segno.

La grande sorpresa della prima parte della stagione, ed ora ci si aspetta molto da lui anche nella seconda parte. Kvicha Kvaratskhelia è arrivato quasi in punta di piedi, nello scetticismo generale di una piazza che in estate ha salutato il suo capitano. Lorenzo Insigne è andato via lasciando il segno all’ombra del Vesuvio, e c’era chi non riusciva a vedere in un giovane georgiano con poca esperienza nei top campionati europei, un elementi in grado di sostituire ‘Il Magnifico’. Il tutto, manco a dirlo, smentito in qualche settimana.

Kvicha Kvaratskhelia in azione
Napoli, frecciata alla Serie A: Kvaratskhelia sfida tutti (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Ci ha messo tanto, Kvara, a diventare un vero e proprio beniamino della piazza partenopea. Giocate interessanti, sempre pronto ad affrontare l’avversario nell’uno contro uno ma anche bravo nel giocare al servizio dei compagni. Senza dimenticare, poi, la freddezza nel cercare la porta da ogni posizione. Kvicha ha mostrato dei numeri importanti, ed è per questo che è mancato al Napoli nelle ultime settimane di campionato del 2022, quando al suo posto Spalletti ha scelto Elmas per andare a tappare il buco lasciato dal giocatore georgiano a causa di un infortunio.

Kvicha Kvaratskhelia in azione
Napoli, frecciata alla Serie A: Kvaratskhelia sfida tutti (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Napoli, il ritorno di Kvara e la frecciata alla Serie A

Ecco perchè i tifosi, già contro l’Inter, si aspettano di vedere un Kvaratskhelia sul pezzo, pronto a mettersi nuovamente al servizio della squadra. Spalletti ci ha provato, negli scorsi mesi, a placare l’entusiasmo per un giocatore dalla doti innegabili ma che è ancora molto giovane e deve crescere tanto. Eppure, i tifosi guardano a lui come elemento centrale della manovra offensiva, e lo aspettano a braccia aperte.

Lui, Kvicha, è stato intervistato dalla redazione di ‘Dazn‘ per parlare evidentemente anche di questa esperienza a a Napoli e dei primi mesi all’ombra del Vesuvio. E’ stato rilasciato uno stralcio dell’intervista, dove il numero 77 si è soffermato su una ‘skill’ molto particolare del suo repertorio, il dribbling.

“Non sono cose che si imparano guardando dei video, secondo me”, ha spiegato Kvicha. “Non le impari nemmeno in allenamento. Tutto ciò che studieranno su di me non potrà essergli d’aiuto“, ha poi detto Kvara, lanciando di fatto una frecciata a tutti gli avversari che proveranno a studiarlo. “Lavoro molto su me stesso, provo sempre delle nuove giocate, delle soluzioni alternative – ha ancora detto a ‘Dazn’ –  per diventare sempre più imprevedibile”, ha chiosato il giocatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.