Napoli, ultimatum dell’agente: l’annuncio che spiazza Spalletti

L’agente del giocatore dà l’ultimatum in diretta, un annuncio che spiazza il Napoli e anche Luciano Spalletti

Nel mese di gennaio è previsto un solo movimento di mercato in casa Napoli. Bartosz Bereszynski al posto di Alessandro Zanoli, nello scambio con la Sampdoria, e il ritorno di Nikita Contini per una questione di liste. Poi, come ha detto Luciano Spalletti, se ci saranno delle occasione, il direttore sportivo Cristiano Giuntoli le sfrutterà. Ma è difficile mettere le mani su un sistema che fino a questo momento si è rivelato perfetto.

Spalletti, le parole dell’agente di Demme (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

A meno che non ci siano giocatori che vogliano andar via, come è il caso di Diego Demme. Il centrocampista italotedesco ha trovato poco spazio in questa prima parte di stagione. Solo tre presenze in Serie A, si è infortunato nel corso dell’estate e davanti a sé ha Stanislav Lobotka, forse il centrocampista più importante della rosa del Napoli. Proprio del futuro dell’ex Lipsia è tornato a parlare Marco Busiello, l’agente.

Demme, le parole dell’agente (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Napoli, le parole dell’agente di Demme

Marco Busiello, agente di Diego Demme, ha parlato nel corso di Radio Goal, su Radio Kiss Kiss Napoli: “Non ci sono state delle richieste importanti per il giocatore fino a questo momento. Se nei prossimi giorni non arriveranno, resterà al Napoli per i prossimi sei mesi”. Sul centrocampista ci sono alcuni club di Bundesliga, si era parlato anche della Salernitana, certo, ma il suo ingaggio di circa tre milioni di euro a stagione è considerato troppo alto. Restare all’ombra del Vesuvio sembra però la scelta più sensata.

Questo perché il Napoli ha seriamente la possibilità di portare a casa il titolo, che manca dal 1990. Un risultato straordinario che farebbe entrare Demme nell’olimpo dei giocatori della storia del Napoli. Poi ci sarà tempo e modo di trovare una squadra che gli dia lo spazio giusto. Negli anni scorsi si è dimostrato un ottimo centrocampista, ma l’evoluzione di Anguissa e Lobotka hanno definitivamente chiuso la possibilità di essere un titolare quasi indiscusso come ai tempi di Gattuso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.