Salernitana-Napoli, ‘rimprovero’ a sorpresa di Spalletti: il motivo

Spalletti proprio non ci sta e rimprovera la squadra prima di Salernitana-Napoli: le parole sono taglienti, ecco il motivo svelato in diretta

Dopo la clamorosa e inattesa eliminazione contro la Cremonese, il Napoli è chiamato a fare sul serio e riprendere il cammino che finora l’ha contraddistinto in campionato. Il 5-1 rifilato sette giorni fa alla Juventus è stato roboante, ma ormai è un risultato che appartiene al passato. E dunque, guai a sedersi sugli allori: Luciano Spalletti non ci sta per l’essere venuto meno dei suoi, in un dentro o fuori apparentemente semplice come quello contro i grigiorossi.

Spalletti adirato
Spalletti, che ‘rimprovero’ ai suoi in vista della Salernitana (LaPresse) ultimecalcionapoli.it

Adesso, il suo Napoli dovrà ripartire dalla difficile trasferta di Salerno. Una trasferta alla quale gli azzurri si presenteranno senza l’influenzato Kvaratskhelia e l’acciaccato Juan Jesus. Ragion per cui, massima attenzione per il derby contro la Salernitana. Non solo le assenze di casa Spalletti potrebbero incidere, ma anche lo spirito con cui gli uomini del rientrato Nicola aggrediranno la partita rischia di essere un fattore. E allora, servirà il miglior Napoli per battere l’undici granata.

Spalletti ride
Spalletti rivuole un Napoli come quello che ha battuto Allegri (LaPresse) ultimecalcionapoli.it

Verso Salernitana-Napoli, che rimprovero di Spalletti: ecco il motivo delle sue parole in conferenza

Un concetto che il tecnico di Certaldo ha ribadito nella sua conferenza stampa, tirando le orecchie e rimproverando i suoi senza troppi filtri. Tornando sull’eliminazione contro la Cremonese, Luciano Spalletti è stato tutt’altro che tenero e non si nasconde dietro un dito: “Non abbiamo dato il 100% e anche dare l’1% sono venti punti regalati ai nostri avversari. E in questo caso l’abbiamo pagata cara e amara”.

Anche perché il suo Napoli è stato ‘tradito’ dai titolarissimi. E la cosa non è andata a genio al trainer azzurro, che ha subito rimarcato: “Quando si gioca in una grande squadra, c’è bisogno sempre di farsi trovare pronti. Quelli che non hanno giocato, pensano che poi non era la loro partita. E sono queste piccole cose che poi ti tolgono qualcosa… Bisogna sempre farsi trovare sul pezzo, pronti e con fame. Soprattutto quando l’obiettivo è vincerle tutte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.