Caso Osimhen, perchè i finanzieri sono andati a cercare le carte di Manzi

Le Fiamme Gialle hanno perquisito la sede dei corallini per acquisire due contratti, l’obiettivo era chiaro.

In una stagione straordinaria, l’unica macchia nel percorso del Napoli è la vicenda Osimhen.

L’acquisto del nigeriano, arrivato a Napoli nel settembre 2020 è, fin da subito, stato messo nel mirino dagli inquirenti a causa di una presunta plusvalenza fittizia.

Indagine Osimhen
Perquisizione in casa Turris: l’obiettivo (LaPresse.it) ultimecalcionapoli.it

L’indagine sulle plusvalenze non si ferma. La Guardia di Finanza si è recata, sotto mandato della Procura di Napoli, nella sede della Turris.

A Torre del Greco le fiamme gialle hanno acquisito i due contratti, quello di acquisto e quello di cessione, di Claudio Manzi.

Il difensore classe 2000, attualmente in forza alla Virtus Entella, è uno dei quattro calciatori coinvolti nell’operazione di acquisto di Victor Osimhen da parte del Napoli.

Oltre a lui, erano coinvolti anche Luigi Liguori, Ciro Palmieri e Orestis Karnezis. Facevano tutti parte della contropartita tecnica che De Laurentiis cedette al Lille. Oltra a loro, 50 milioni di euro, per raggiungere la cifra di 71 milioni richiesta nasi francesi.

Attualmente Luigi Liguori gioca nel Casoria, Ciro Palmieri nel Nola in Serie D, e Orestis Karnezis si è ritirato.

Nello specifico, Claudio Manzi non andò mai in Francia. Firmati i contratti nella sede del Napoli, fu subito mandato in prestito alla Fermata e, un anno dopo fu svincolato dai francesi.

Da svincolato firmò a titolo gratuito con la Turris, che a gennaio l’ha venduto per una cifra che si aggira intorno ai 150mila euro alla Virtus Entella.

Caso Plusvalenze, perchè la Guardia di Finanza ha perquisito la sede della Turris

La Guardia di Finanza, che oggi si è recata nella sede della società corallina che milita in Serie C, ha acquisito i due contratti relativi a Claudio Manzi, con l’obiettivo di stabilire il valore di mercato del difensore.

Indagine Osimhen
Perquisizione in casa Turris, la finanza ha acquisito due contratti (LaPresse.it) ultimecalcionapoli.it

Nel gennaio 2022 la Procura di Napoli aveva chiesto una proroga delle indagini proprio con l’obiettivo di fare luce anche sugli altri tre calciatori coinvolti nell’operazione.

Ricordiamo che il Napoli, insieme con gli altri club coinvolti, è stato prosciolto dalle accuse.

Impostazioni privacy