Napoli, addio annunciato: l’ufficialità toglie ogni dubbio ai tifosi

Arriva l’ufficialità. L’addio era ormai nell’aria da tempo, ma adesso ci sono tutte le conferme: il suo tempo a Napoli è finito.

Il Napoli continua a lavorare sia al mercato in entrata che in quello in uscita. Certo, al momento le vicende legate ai rinnovi di Koulibaly e Mertens, tengono maggiormente banco in casa azzurra, ma ciò non impedisce al ds Giuntoli di lavorare anche ad altre operazioni.

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis (LaPresse)

La strategia di mercato del Napoli è chiara. De Laurentiis ha espresso il suo diktat: i calciatori con un ingaggio troppo alto o rinnovano al ribasso, o vanno in scadenza, oppure verranno ceduti. Giocatori come Insigne, Ospina e Ghoulam ne hanno già fatto le spese. Mertens e Koulibaly sono ancora in dubbio, senza dimenticare le situazioni di Zielisnki e Fabian Ruiz.

Oltre a questo il Napoli lavora anche per piazzare giocatori in esubero che non rientrano, o che non sono mai del tutti rientrati, nei piani di Spalletti. Uno di questo, Zinedine Machach, è stato ufficialmente ceduto il Grecia, al Ionikos Nikeas, squadra che milita nel massimo campionato ellenico. Il calciatore si trasferisce in Grecia con la formula del trasferimento a titolo definitivo.

Zinedine Machach
Zinedine Machach (LaPresse)

Da Napoli al Neapoli, finisce l’avventura azzurra di Machach

Una curiosità accompagna il trasferimento di Machach. Lasciato Napoli il 26enne francese di origine marocchine andrà a giocare a Neapoli. O meglio al Neapoli. Infatti l’impianto dove il Nikeas gioca le sue partita si chiama proprio Neapoli Stadium. Machach lascia il club partenopeo dopo 4 stagioni nelle quali però non ha mai esordito ufficialmente con la maglia azzurra.

Il centrocampista infatti in queste stagioni è stato sempre girato in prestito. Ha giocato con le maglie di Carpi, Crotone, Cosenza, VVV Venlo e Honved, riuscendo comunque a collezionare un buon numero di presenze da titolare. Esperienze che adesso andrà a spendere nel campionato greco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.