Napoli, batosta per i tifosi: la rivelazione in diretta scatena il caos

Non è un precampionato tranquillo per i tifosi del Napoli, che hanno dovuto incassare l’ennesima notizia negativa di questo calciomercato.

Se la stagione 2021/2022 è stata dolce-amara per il Napoli, capace di confermarsi tra le big della Serie A ma con un sogno Scudetto sfumato troppo presto, le settimane successive al termine del campionato sono state decisamente difficili. L’addio del capitano e stella Lorenzo Insigne era nell’aria, quello di Ospina immaginabile, la partenza di Koulibaly in direzione Chelsea è stata invece una vera e propria mazzata. La scelta di De Laurentiis di cedere il centrale 31enne è stata comprensibile dal punto di vista economico, ma è arrivata in un momento non semplice.

De Laurentiis Napoli
Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis (ANSA Foto)

Il Napoli proverà naturalmente a rimpiazzare le stelle perdute, ma è chiaro che a oggi la tifoseria non è tranquilla. Non bastano l’ormai imminente arrivo di Kim Min-jae – erede di Koulibaly in difesa – e la trattativa per Trapp come vice-Meret. Al club viene richiesto uno sforzo ulteriore sul mercato. A maggior ragione dopo l’ultima notizia che come una bomba ha scatenato il caos tra i supporter campani. È stata infatti ammainata ufficialmente un’altra bandiera.

Mertens Napoli
Dries Mertens (LaPresse)

Mertens-Napoli, è addio: l’annuncio oggi

Anticipando un’intervista che andrà in onda in serata al presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, Carlo Alvino di Radio Kiss Kiss ha svelato infatti l’addio tra il club e Dries Mertens. Un divorzio che in realtà era nell’aria già da tempo ma che i tifosi speravano potesse rientrare. Niente da fare invece, dato che il 35enne attaccante belga ha rifiutato l’ultima proposta di rinnovo della società.

Arrivato nell’estate 2013 come guizzante e promettente ala in cerca di consacrazione dal PSV, a Napoli Mertens si è trasformato in un bomber implacabile. Nelle 9 stagioni in cui ha vestito l’azzurro ha registrato infatti 148 gol in 397 presenze, diventando il marcatore più prolifico della storia del club e facendo sognare una tifoseria che dalla prossima stagione dovrà fare a meno del proprio idolo.

I numeri ottenuti dal belga e lo straordinario rapporto con la città e la curva non sono infatti bastati a proseguire il rapporto, che di fatto si era interrotto lo scorso 30 giugno e che oggi ufficialmente non proseguirà. Il Napoli avrebbe offerto 2,4 milioni di euro netti a stagione, un ingaggio che Mertens non ha ritenuto adeguato. Ecco così il divorzio, che costringerà il club a muoversi sul mercato con il compito non facile di rimpiazzarlo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.