Calciomercato Napoli, ecco il rinforzo a sorpresa: l’agente rivela tutto

Mentre si prepara all’inizio di stagione ormai imminente il Napoli scopre di poter contare su un rinforzo a sorpresa già presente in rosa.

Molto spesso nel famoso “tabellone di calciomercato” della Serie A esperti e analisti inseriscono un gran numero di nomi. Non tutti però sono acquisti effettivi, anzi, spesso i veri colpi sono pochi e accompagnati da tanti giovani che rientrano da prestiti vari. E che molto probabilmente finiranno ancora ai margini della rosa o nuovamente girati in club che gli possano concedere spazio.

Aurelio De Laurentiis Napoli
Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis (LaPresse)

Così, mentre analizzano il calciomercato del Napoli fino a questo momento, gli esperti valutano i nomi di Kim, Kvaratskhelia, Olivera e Ostigard. Oppure i possibili arrivi, dal portiere brasiliano Neto alla suggestione Cristiano Ronaldo, dall’interesse del West Ham per Zielinski al possibile accordo con il Sassuolo per l’arrivo in azzurro di Raspadori.

Bisognerebbe però considerare anche un altro nome. Che al momento si allena con Luciano Spalletti, è tornato alla base dopo una splendida esperienza in prestito al Frosinone e addirittura ha esordito in Nazionale. Un rinforzo a sorpresa di cui non parla nessuno, Alessio Zerbin.

Napoli Alessio Zerbin Frosinone
Alessio Zerbin con la maglia del Frosinone nella Serie B 2021/2022 (LaPresse)

Napoli, Zerbin vuole restare ed è “disposto a tutto”

Il calcio italiano, dopo le due eliminazioni dell’Italia da Russia 2018 e Qatar 2022, afferma di voler ripartire dai giovani. Ed è proprio per questo che il Napoli dovrebbe concedere una chance vera a Zerbin, 9 gol la scorsa stagione in Serie B con il Frosinone e due volte consecutive giocatore del mese. Ala sinistra che ama rientrare sul destro, è stato provato da Spalletti come terzino.

Resterà? Il suo agente Furio Valcareggi, intervenuto nel programma “Radio Goal” di Radio Kiss Kiss Napoli, sembra ottimista: “Alessio oggi è un giocatore del Napoli ed è felicissimo di esserlo, vuole restare ed è molto probabile che accada. Nei prossimi giorni ci incontreremo con De Laurentiis e Giuntoli per capire meglio il futuro”.

E sull’inedita posizione ricoperta in campo in queste amichevoli aggiunge: “Sta all’intuito di Spalletti, lui è disposto a tutto. Resta un’ala sinistra, ma se serve lui può difendere sulla fascia come il suo ex allenatore Fabio Grosso. O come uno Zambrotta, per esempio. Non è certo Cannavaro, ma sa dare una mano e contrastare l’avversario diretto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.