Napoli, Spalletti alle strette: spunta il piano a sorpresa

Spalletti ha un piano per le prossime due gare del suo Napoli, ovvero quella di stasera con i Rangers e quella di domenica con il Milan.

Dopo la grandissima vittoria di una settimana fa contro il Liverpool di Jurgen Klopp, il Napoli è chiamato questa sera ad un’altra supersfida di Champions League. I partenopei, infatti scenderanno in campo all’Ibrox Stadium per sfidare i Glasgow Rangers di Giovanni van Bronckhorst 

Spalletti dà indicazioni
Luciano Spalletti (LaPresse)

Il match si doveva giocare inizialmente nella serata di martedì, ma poi la Uefa ha deciso di slittare di un giorno la gara per permettere alla polizia britannica di concentrarsi sullo spostamento del feretro della Regina Elisabetta II da Edimburgo a Londra, il quale è avvenuto proprio nella giornata di ieri. 

Il Napoli contro i Rangers ha la necessità di prendere punti, anche perché il Liverpool ha battuto ieri sera l’Ajax con il risultato di 2-1, la rete decisiva è stata siglata da Matip proprio nei minuti finali della gara. I partenopei, quindi, hanno l’occasione di allungare nella classifica del gruppo A. Lo stesso Spalletti ha pronto un piano per cercare di strappare un successo in Scozia. 

Simeone contro lo Spezia
Giovanni Simeone (LaPresse)

Napoli, ecco il piano di Spalletti: Simeone giocherà con i Rangers, mentre Raspadori con il Milan

Secondo quanto riportato da ‘Il Mattino’, infatti, il tecnico toscano contro i Rangers ha l’intenzione di schierare al centro dell’attacco Giovanni Simeone. Di conseguenza,  nello scontro diretto di domenica sera contro il Milan di Stefano Pioli sarà Giacomo Raspadori a guidare il reparto offensivo partenopeo. 

Luciano Spalletti, di fatto, considerando che Victor Osimhen resterà fermo ai box per circa un mese, ha deciso di alternare le due punte arrivate nell’ultima parte della sessione di mercato estiva. Lo stesso allenatore ha parlato in conferenza stampa di questo sano dualismo: “Raspadori fa più movimento, mentre con Giovanni si attacca di più la profondità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.