Occhio Napoli, l’annuncio preoccupa i tifosi? Le parole sono chiare

Il Napoli vola in Europa e campionato ma deve fare i conti con una nutrita concorrenza che non intende ancora darsi per vinta.

Il roboante 4-0 rifilato al Sassuolo ha esaltato i tifosi del Napoli e più in generale gli addetti ai lavori. È infatti sempre più diffusa la convinzione che mai come quest’anno lo Scudetto sia una possibilità concreta per i campani. Contro gli emiliani è arrivato infatti il 13° successo consecutivo tra Serie A e Champions League, una prestazione scintillante che ha fatto il giro del mondo.

Luciano Spalletti Napoli
L’allenatore del Napoli Luciano Spalletti (LaPresse)

La scintillante prestazione della squadra di Spalletti ha scatenato addirittura la stampa statunitense, che ha definito “vergognose” le assenze ai prossimi Mondiali di Qatar 2022 di due stelle assolute come Victor Osimhen e Khvicha Kvaratskhelia. Parole che non possono che far sorridere la prima della classe in Serie A, che però dovrà dimostrarsi capace adesso di reggere la pressione derivante dalla sua ormai conclamata nuova dimensione di big.

A dimostrare che il Napoli oggi è la squadra da battere sono arrivate poi oggi pomeriggio le parole di Hans Hateboer. Che dopo aver firmato il gol che ha aperto al 2-0 della sua Atalanta ai danni dell’Empoli ha rinnovato la sfida ai campani.

Hateboer Atalanta
Hans Hateboer (LaPresse)

Hateboer avvisa il Napoli: “Possiamo battere chiunque”

L’esterno tedesco ha aperto le danze contro l’Empoli, steso poi dal raddoppio di Lookman. Un successo che ha rilanciato la Dea dopo la sconfitta con la Lazio. Gli orobici ora sono a -5 dal Napoli, che sabato prossimo andrà scenderà in campo proprio a Bergamo in un match che sicuramente farà molto parlare di se. E in cui l’Atalanta non parte certo sconfitta.

Secondo Hateboer, anzi, lui e i compagni possono vincere e riaprire qualsiasi discorso: “Il Napoli è primo e gioca un grande calcio, ma noi sappiamo quello che siamo in grado di fare e possiamo vincere contro chiunque. Giocheremo in casa e faremo la partita” ha concluso battagliero, aggiungendo quindi da subito pepe a 90 minuti che certo diranno moltissimo sullo spessore di entrambe le squadre. Come andrà a finire al Gewiss Stadium?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.