Inter, il consiglio a Lukaku è ‘imbarazzante’: scuote la testa Marotta

L’Inter sta in questi minuti giocando l’ultima gara dei gironi di Champions League in casa del Bayern Monaco, ma a stupire è il giudizio dato su Romelu Lukaku.

L’Inter è, proprio in questi minuti, impegnata nel primo tempo del match di Champions League contro il Bayern Monaco. La fase dei gironi si concluderà questa sera, con i tedeschi già matematicamente primi e i nerazzurri matematici al secondo posto del Gruppo C. Assente Romelu Lukaku, infortunato, ma il giudizio su di lui stupisce.

Lukaku pensieroso in panchina Inter
Romelu Lukaku pensieroso in panchina dell’Inter (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Romelu Lukaku, quindi, è di nuovo out tra le file dell’Inter, proprio nel momento in cui era tornato a disposizione. Non c’è questa sera, quindi, contro il Bayern Monaco. Ma non ci sarà neppure contro la Juventus nella sera di domenica 6 novembre.

Proprio sul belga, in ogni caso, è arrivato un giudizio inaspettato da parte del dottor Enrico Castellacci, ex medico della Nazionale Italiana. Così ha parlato ai microfoni di ‘TV Play’.

Castellacci con la Nazionale Italiana
Enrico Castellacci ai tempi degli impegni con la Nazionale Italiana (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Inter, il dottor Castellacci parla così della condizione fisica di Lukaku: il suo consiglio stupisce

Il dottor Enrico Castellacci, ex medico della Nazionale Italiana, ha quindi parlato così ai microfoni di ‘Tv Play’ della condizione fisica dell’attaccante nerazzurro: “L’alimentazione è un aspetto estremamente importante. L’atleta vero guarda al proprio regime alimentare in modo molto accurato. A Romelu Lukaku, ad esempio, consiglierei di curare un po’ meglio questo aspetto“.

Più in generale, poi, il professore ha detto la sua anche sui tanti infortuni che stanno caratterizzando questa stagione particolare: “Questo è un anno particolare. Ci sono i Mondiali che si disputano durante la stagione e non d’estate. Perciò la preparazione estiva delle squadre non è stata adeguata. Questo ha comportato delle ricadute a livello muscolare per molti giocatori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.