Il Napoli si gode i suoi attaccanti, Inter nei guai con Lukaku: “Il dato fa spavento”

Il Napoli veleggia grazie all’apporto delle proprie punte. L’Inter, invece, riflette sulla posizione di Lukaku destinato a rientrare nel 2023.

Napoli e Inter, al momento, sono separate da 8 punti. Un divario che testimonia bene il rendimento avuto dalle due squadre in questo primo scorcio di stagione. Gli azzurri, ad esempio, hanno più volte dato l’impressione di essere uno schiacciasassi capace di bucare qualsiasi retroguardia grazie alle qualità degli attaccanti a disposizione di Luciano Spalletti. I nerazzurri, invece, sono andati incontro a diverse prestazione incolori anche a causa della prolungata assenza di Romelu Lukaku.

Lukaku deluso
Romelu Lukaku ha messo nei guai l’Inter (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

La sua seconda avventura a Milano, finora, non è andata affatto come da lui auspicato. Dopo l’anno vissuto ai margini al Chelsea, il belga in estate aveva spinto molto per tornare alla corte di Simone Inzaghi e riprendersi le luci della ribalta. Ambizioni di gloria stroncate subito dall’infortunio rimediato il 26 agosto, che lo ha tenuto ai box per oltre due mesi e mezza. Il ritorno è avvenuto di recente ma nei giorni scorsi la punta si è dovuta fermare di nuovo, per colpa di un risentimento della cicatrice del bicipite femorale della coscia sinistra.

Un guaio, con tutta probabilità, figlio della volontà del calciatore di recuperare il tempo perduto e bruciare le tappe. Le sue possibilità di partecipare al Mondiale sono ridotte al lumicino. Il Ct Roberto Martinez proverà ad attenderlo (le liste andranno ufficializzate il 13 novembre) tuttavia nell’ambiente ha iniziato a diffondersi un certo pessimismo. Per l’Inter, che lo riavrà soltanto a gennaio, questi sono giorni di profonde riflessioni.

Lukaku pensieroso
Romelu Lukaku tornerà a disposizione di Inzaghi a gennaio (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Inter, riflessioni in atto su Lukaku

Lukaku, come noto, è arrivato in prestito secco dal Chelsea. Tra aprile e maggio i due club si incontreranno per fare il punto della situazione: la certezza è che i Blues non intendono riportarlo alla base. La conferma in maglia nerazzurra, però, è tutt’altro che scontata. Il motivo è da ricercare nei primi dubbi espressi a riguardo dall’amministratore delegato Beppe Marotta.

Il calciatore, stando a quanto riportato oggi da ‘La Gazzetta dello Sport’, è costato fin qui all’Inter 46.875 euro per ogni minuto disputato in campo (256) per un totale di 12 milioni. “Un dato che fa spavento” spiega la rosea, specie se rapportato al misero bottino totalizzato da Lukaku: 5 apparizioni (2 reti e un assist) e 16 gare saltate per infortunio. Il suo futuro deve ancora essere scritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.