“Ora basta”: furto Kvaratskhelia, arriva lo sfogo improvviso

Dopo il furto della sua auto e la lombaglia, su Kvaratskhelia è arrivato uno sfogo che sta facendo molto rumore.

Il Napoli sta per scendere in campo contro l’Atalanta di Gasperini e lo sta per fare senza Kvaratskhelia. Il georgiano, infatti, non è stato neanche convocato per la sfida di questa sera del Gewiss Stadium contro i nerazzurri per colpa di una lombalgia acuta. 

Kvaratskhelia porta palla
Sfogo su Kvaratskhelia (LaPresse) ultimecalcionapoli.it

L’ex Dinamo Batumi avrebbe sentito un forte dolore al termine dell’allenamento di ieri, anche se qualche problema l’aveva cominciato ad avere già nel corso del match di martedì scorso contro il Liverpool di Jurgen Klopp. 

Luciano Spalletti ha deciso di non rischiare Kvaratskhelia per il match contro l’Atalanta, con la speranza di riaverlo a disposizione per ultime due gare prima della sosta per il Mondiale contro Empoli e Udinese. Il georgiano, tuttavia, è stato ‘protagonista’ a suo malgrado per un fatto di cronaca, ovvero il furto della sua auto (poi ritrovata). Vista la coincidenza di questi due fattori, in tanti hanno pensato che l’assenza dell’ex Dinamo Batumi contro i bergamaschi fosse collegata a questa sua disavventura. Proprio su queste illazioni, c’è stato uno sfogo molto duro. 

Kvaratskhelia al Maradona
Sfogo di Alvino su Kvaratskhelia (LaPresse) ultimecalcionapoli.it

Kvratskhelia, lo sfogo di Carlo Alvino: “Ora basta su queste ricostruzioni legate al furto dell’auto dopo l’infortunio”

Carlo Alvino, infatti, si è così espresso ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss Napoli’ sull’assenza di Kvaratskhelia contro l’Atalanta : “A volte ci facciamo male dei soli. Bisogna condannare questa fetenzia e sporcizia alimentata dai social queste ricostruzioni legate al furto dell’auto dopo l’infortunio. Ora basta! Bisogna smetterla”.

Il giornalista e tifoso del Napoli ha poi concluso il suo intervento: “Per fortuna, questa linea di pensiero è stata stroncata dalla maggior parte dei tifosi partenopei, i quali l’hanno subito smentita. Queste persone non vogliono bene alla squadra azzurra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.