“Non andrà mai via…”: calciomercato Napoli, rivelazione improvvisa

Il Napoli ragiona anche in ottica calciomercato e, proprio a tal proposito, è arrivata una rivelazione improvvisa: la notizia farà piacere ai tifosi.

Il Napoli, per cui tra pochi giorni riprenderanno gli allenamenti con i calciatori che non sono impegnati nei Mondiali in Qatar, sta nel momento di pausa ragionando anche in ottica calciomercato. A tal proposito sono arrivate parole che faranno piacere ai tifosi.

 Giuntoli e Spalletti insieme sorridenti Napoli
Cristiano Giuntoli e Luciano Spalletti insieme sorridenti per il percorso del Napoli (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Luciano Spalletti, da una parte, si prepara a riaccogliere i suoi per gli allenamenti che riprenderanno a giorni in vista del ritorno in campo tra Serie A e Champions League.

Dall’altra parte, invece, Cristiano Giuntoli ragiona sulle migliori possibilità da cogliere sul mercato. Proprio in merito a questo ambito c’è chi ha rilasciato dichiarazioni che faranno sorridere i tifosi azzurri. Specialmente dopo le ultime indiscrezioni di mercato che sono circolate.

Osimhen e Gaetano festeggiano la vittoria Napoli
Victor Osimhen e Gianluca Gaetano festeggiano insieme dopo la vittoria del Napoli (LaPresse) UltimoCalcioNapoli.it

Calciomercato Napoli, rivelazione da parte dell’ex tecnico Saurini: “Non credo possa andar via”

Così ha, quindi, parlato Giampaolo Saurini ai microfoni di ‘Radio Punto Nuovo’ nel corso del programma ‘Radio Punto Nuovo Show’: “Gaetano e Zerbin hanno poco spazio, ma il Napoli è una macchina che gira troppo bene per essere modificata anche nelle minime cose. Spalletti ha un meccanismo perfetto tra le mani e nessuno al mondo interverrebbe su una perfezione simile”. 

Ha poi aggiunto: “Il Napoli è una squadra godibile, si diverte e diverte tutte le squadre in campo. Gaetano e Zerbin li conosco benissimo, sono due ragazzi formidabili. Conoscendo Gianluca, da napoletano, non credo possa mai andar via in prestito nell’anno che il Napoli può vincere lo Scudetto“. 

È la sua squadra del cuore – ha concluso l’ex tecnico del Napoli Primavera – sono sicuro che sarebbe disposto anche a giocare poco pur di restare in un anno simile. Per Alessio il discorso può essere diverso, ma molto dipenderà anche dalla gestione che ne faranno Spalletti e Giuntoli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.