“15 milioni…”: Napoli, l’annuncio in diretta che scuote De Laurentiis

Il presidente del Napoli De Laurentiis, nella giornata odierna, ha ricevuto una dichiarazione inattesa riguardante 15 milioni.

La prima parte della stagione, per il Napoli, è stata da sogno. Primo posto in campionato solitario a +8 dal Milan secondo con il miglior attacco (37) e qualificazione agli ottavi di finale di Champions League da testa di serie. Ora l’obiettivo della squadra di Luciano Spalletti sarà quello di fare ancora meglio e provare a conquistare almeno un trofeo nel 2023. Un anno, questo, che si preannuncia ricco di novità e buone notizie per lo stadio “Maradona”.

Napoli, De Laurentiis teso
Aurelio De Laurentiis è rimasto scosso dopo l’annuncio odierno (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

L’impianto situato a Fuorigrotta, ad esempio, il 23 marzo tornerà ad ospitare l’Italia in occasione della sfida contro l’Inghilterra valevole per le qualificazione agli Europei del 2024. Un match di grande prestigio, che dovrà andare in scena in una cornice all’altezza. Da qui la decisione, presa dalla Regione nelle scorse ore, di stanziare 500 mila euro da destinare ai lavori di miglioramento e ristrutturazione della struttura.

Fondi importanti, che si aggiungono a quelli messi a disposizione dal Comune per facilitare l’accesso ai disabili e rimuovere le barriere architettoniche. Ma non finisce qua perché all’orizzonte, come rivelato oggi dal consigliere comunale e presidente della commissione infrastrutture del Municipio Nino Simeone, ci sono diversi altri interventi volti a migliorare le condizioni in cui si trova lo stadio.

Il Napoli esulta dopo un gol
Il Napoli festeggia all’interno dello stadio Maradona (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Napoli, nuovi interventi in programma allo stadio

Il politico, che di recente ha rispedito al mittente il kit ricevuto dalla società, è stato intervistato dal programma ‘Punto Nuovo Sport Show’ in onda su Radio Kiss Kiss. “Siamo in attesa di una dichiarazione della Regione su questi famosi 15 milioni per la sistemazione della copertura. Abbiamo l’esigenza di tenerla in sicurezza”. Un’operazione ritenuta di fondamentale importanza, alla luce del fatto che quella attuale in ferro risale ai Mondiali del 1990.

Tra i sogni del Comune, inoltre, rientra pure quello di costruire un terzo anello così da ampliare la capienza del “Maradona”. I contatti tra i vari soggetti istituzionali ed il club proseguiranno costanti nelle prossime settimane. L’obiettivo è quello di riportare l’impianto nelle migliori condizioni possibili, così da renderlo sempre di più cornice ideale per match e concerti musicali di alto livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.