“Gli chiederà un sacrificio”: Inter, si complica il rinnovo

L’Inter vuole rinnovare il contratto di un giocatore tuttavia la fumata bianca non è ancora all’orizzonte. Serve un sacrificio da parte sua.

A gennaio, salvo sorprese, andranno in scena giusto le cessioni degli elementi scivolati indietro nelle gerarchie di Simone Inzaghi. Robin Gosens, ad esempio, piace a mezza Bundesliga mentre Roberto Gagliardini è finito nel mirino della Cremonese e del Monza. In estate, invece, andrà in scena una vera e propria rivoluzione dell’organico dell’Inter che coinvolgerà soprattutto il reparto offensivo. L’unico certo di restare, al momento, è Lautaro Martinez. Il futuro delle altre punte, invece, deve ancora essere scritto.

Inter, Inzaghi sconsolato
Simone Inzaghi preoccupato per il rinnovo in salita (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Romelu Lukaku, reduce dall’eliminazione al Mondiale, ha intenzione di prolungare ancora la sua seconda avventura in maglia nerazzurra. Le probabilità che accada sono concrete: il Chelsea, infatti, non intende riportarlo alla base ed in questi giorni ha iniziato a valutare l’idea di rinnovare il prestito all’Inter per un ulteriore anno. Nelle prossime settimane l’amministratore delegato Beppe Marotta volerà a Londra per definire i dettagli e i contorni economici dell’operazione. Intanto, però, il primo passo in avanti degli inglesi c’è stato.

In bilico ci sono pure Joaquin Correa ed Edin Dzeko, ma per motivi diversi. L’argentino, legato alla società fino al 2025, in questa prima parte della stagione ha deluso le aspettative. Per lui appena 3 reti ed altrettanti assist in 18 apparizioni complessive. Troppo poco, per un elemento costato circa 30 milioni per il quale non si esclude una futura partenza. La permanenza a Milano del bosniaco, invece, è legata all’esito della trattativa riguardante il rinnovo del contratto.

Dzeko in campo
Edin Dzeko ha il contratto in scadenza a giugno (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Inter, si complica il rinnovo di Dzeko

L’ex Roma è in scadenza a giugno e fin qui le parti non sono riuscite ad individuare un principio d’intesa. Marotta, stando a quanto si legge nell’edizione odierna di ‘Tuttosport’, ha fatto sapere al suo entourage di essere intenzionato a mettere sul piatto un prolungamento. Il tutto, però, a cifre più basse rispetto a quelle attualmente percepite dall’attaccante (5 milioni netti all’anno). Ora si attende la replica del diretto interessato.

Il quale ha dimostrato di poter essere, nonostante i 36 anni compiuti, ancora molto utile alla causa nerazzurra: 9 gol e 4 passaggi vincenti in 21 gare. Negli scorsi mesi aveva espresso il desiderio di concludere la propria carriera nella Major League Soccer. Un sogno, adesso, finito nel cassetto. L’Inter vuole continuare a puntare su di lui ma al tempo stesso, spiega il quotidiano, gli “chiederà un sacrificio”. L’accordo è a portata di mano. Manca soltanto il dettagli più importante. Il “sì” del calciatore alla riduzione dell’ingaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.